00:00
06:59
Martedì 20 febbraio è stato ospite dei Degiornalist Fabio Mantegazza, head of advisory and transaction services Italy di CBRE, leader globale dei servizi negli investimenti commerciali nel mercato real estate. «Dopo la pandemia il nostro ufficio di smart working è passato a un livello più alto - ha spiegato a Claudio Chiari e Fabiana Paolini -. Le persone sono diventate più curiose e iper connesse, perciò abbiamo detto addio alla scrivania fissa». Fare smart working non significa lavorare da remoto, anche perché è poco salutare, ma lavorare in maniera intelligente. «Siccome durante la pandemia le persone lavoravano da casa, abbiamo pensato di portare la casa a lavoro - ha proseguito Mantegazza - nel senso che abbiamo adibito delle stanze per lo svago e il riposo della mente, in modo tale da favorire la socialità, il dialogo e lo scambio di idee senza la pressione del lavoro».
Martedì 20 febbraio è stato ospite dei Degiornalist Fabio Mantegazza, head of advisory and transaction services Italy di CBRE , leader globale dei servizi negli investimenti commerciali nel mercato real estate. «Dopo la pandemia il nostro ufficio di smart working è passato a un livello più alto - ha spiegato a Claudio Chiari e Fabiana Paolini -. Le persone sono diventate più curiose e iper connesse, perciò abbiamo detto addio alla scrivania fissa». Fare smart working non significa lavorare da remoto, anche perché è poco salutare, ma lavorare in maniera intelligente. «Siccome durante la pandemia le persone lavoravano da casa, abbiamo pensato di portare la casa a lavoro - ha proseguito Mantegazza - nel senso che abbiamo adibito delle stanze per lo svago e il riposo della mente, in modo tale da favorire la socialità, il dialogo e lo scambio di idee senza la pressione del lavoro». leer más leer menos

hace un mes #cbre, #dovevivitu, #fabionmantegazza, #intervista, #radionumberone, #smartworking