Portada del podcast

Salute, le interviste di Alessandro Malpelo

  • Terapia genica, Marika Pane e i progressi nella SMA

    16 MAY. 2024 · Marika Pane, direttore clinico del Centro Nemo pediatrico di Roma, professore associato di Neuropsichiatria infantile all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ha rilasciato recentemente dichiarazioni significative riguardo alla SMA, atrofia muscolare spinale. In questa nostra intervista la specialista ha commentato l’estensione della terapia genica con onasemnogene abeparvovec (Zolgensma) anche alla SMA di tipo 2, come stabilito dall'Aifa, e ha definito questo passaggio come fosse una “rivoluzione copernicana” per il trattamento dei bambini affetti dalla patologia. Ha sottolineato l’importanza dello screening neonatale, e l'opportunità di trattare i bambini diagnosticati precocemente, prima che i segni della malattia siano manifesti, permettendo loro una vita senza limitazioni, senza disabilità. Inoltre, ha evidenziato i risultati positivi a lungo termine, precisando che questi bambini mantengono le tappe dello sviluppo motorio in linea coi coetanei anche a distanza di anni. (https://www.quotidiano.net/blog/malpelo/atrofia-muscolare-spinale-la-terapia-genica-per-i-bimbi-con-sma-2-fondamentale-lo-screening-alla-nascita-33.6516) La professoressa Pane ha espresso commenti positivi riguardo allo studio SPR1NT per la SMA, sottolineando l’importanza della terapia genica. Ha evidenziato che i risultati dello studio SPR1NT dimostrano come i bambini con tre copie del gene SMN2, trattati in modo pre-sintomatico, hanno raggiunto traguardi motori appropriati alla loro età, inclusa la capacità di stare in piedi e di camminare. Questo conferma l’importanza dello screening neonatale per la SMA, che aumenta significativamente la probabilità di identificare i pazienti affetti dalla patologia quando sono pre-sintomatici. Lo scopo è quello di bloccare l’insorgenza della malattia e la sua evoluzione.
    2m 58s
  • RInosinusite cronica con poliposi nasale, Veronica Seccia

    2 MAY. 2024 · La poliposi nasale è una malattia infiammatoria cronica che colpisce il 2-4% della popolazione adulta, si manifesta prevalentemente dopo i 40 anni e con una maggiore incidenza negli uomini. In questo episodio del podcast salute di Alessandro Malpelo ascoltiamo Veronica Seccia, dirigente medico, responsabile dell’ambulatorio di rinologia, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana. "La rinosinusite cronica con poliposi nasale è una patologia caratterizzata da una reazione infiammatoria data dalla reazione del sistema immunitario che può anche essere all'origine di altre malattie come l'asma, la dermatite atopica e la rinite allergica, che possono coesistere nello stesso paziente e ne aggravano ulteriormente il quadro clinico. Oggi possiamo intervenire sull’infiammazione di tipo 2, bloccando IL4 e IL13, citochine chiave della cascata infiammatoria, grazie a una terapia biologica target che rappresenta una svolta nella terapia”. La dottoressa Seccia è stata intervistata a Firenze in occasione della presentazione della campagna intitolata “Il Profumo dei Ricordi”, un progetto, frutto della collaborazione tra la casa di profumi fiorentina Aquaflor, e un gruppo di pazienti con poliposi nasale afferenti alle Associazioni FederAsma e Allergie Odv e Respiriamo Insieme APS, e Sanofi, campagna che intende lanciare un messaggio di speranza rivolto a quanti hanno sofferto della perdita dell’olfatto e che oggi, grazie alla ricerca, possono dare un nuovo senso alla propria vita. https://www.quotidiano.net/blog/malpelo/poliposi-nasale-che-fare-sanofi-e-aquaflor-lanciano-il-profumo-dei-ricordi-33.6481
    2m 9s
  • Convegno Urologia, intervista a Salvatore Micali

    1 MAY. 2024 · In occasione del convegno SIUT di urologia territoriale tenutosi a Modena abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Salvatore Micali, direttore della Scuola di Specializzazione in Urologia presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. L'illustre clinico affronta in questo podcast temi cruciali che riguardano direttamente la qualità della vita e la sessualità degli individui, con un focus particolare sulle prostatiti nell'uomo e le cistiti ricorrenti nella donna. Prostatiti: Irritazione e Infezione Le prostatiti, che colpiscono prevalentemente i giovani, si manifestano con sintomi irritativi come bruciore alla minzione e, talvolta, febbre. Il professor Micali, in questo podcast, sottolinea l’importanza di un trattamento personalizzato, soprattutto quando c’è un coinvolgimento microbico, che richiede indagini di laboratorio e una terapia antibiotica mirata di almeno due mesi secondo linee guida. Viene qui ribadito il ruolo benefico dei fitoterapici, come il polline e la serenoa repens, nel migliorare la sintomatologia. Ipertrofia Prostatica: L’Ostruzione e la Sua Gestione L’ipertrofia prostatica, tipica dell’uomo adulto e dell’anziano, si presenta con sintomi ostruttivi come un getto urinario debole e la necessità di alzarsi di notte. Il professor Micali ricorda che, per quanto i farmaci alfalitici possano migliorare il flusso urinario, non risolvono il problema ostruttivo di fondo. Da tenere a mente le possibili complicanze che possono derivare dall’ipertrofia prostatica, quanto viene trascurata, come danni ai reni e alla vescica, che possono portare alla necessità di un intervento chirurgico. Cistiti ricorrenti nella Donna: Recidive e Prevenzione Per quanto riguarda le cistiti ricorrenti nella donna, spesso correlate ai rapporti intimi, il professor Micali ha messo in luce l’interesse crescente per i fitoterapici, come le proantocianidine del cranberry, che hanno dimostrato di ridurre gli episodi recidivanti. Innovazioni Chirurgiche: Laser e Mininvasività Infine, nell’intervista si citano le nuove frontiere della chirurgia urologica, con particolare attenzione alle tecniche laser come TFL, olmio e green laser. Queste metodiche mininvasive hanno l’obiettivo di ablare il tessuto prostatico, e, laddove possibile, conservare un campione per l’esame istologico. In sintesi L'intervista passa in rassegna, con un linguaggio divulgativo accessibile a tutti, le innovazioni nel campo dell’urologia, evidenziando l’impegno continuo nella ricerca di soluzioni soddisfacenti alle diferse affezioni che si presentano negli anni. L'urologo sottolinea l’importanza di un approccio proattivo alla salute dell'apparato urogenitale, con visite regolari e test diagnostici come il PSA, per prevenire e gestire efficacemente le patologie prostatiche. https://www.quotidiano.net/blog/malpelo/prostatite-e-cistite-convegno-urologi-dell-emilia-romagna-33.6486
    8m 9s
  • Cardiologia, indicatori Agenas e procedure: intervista a Giuseppe Musumeci

    17 ABR. 2024 · Giuseppe Musumeci, primario cardiologo dell'ospedale Mauriziano di Torino, è stato protagonista di una interessante intervista rilasciata a margine della conferenza stampa Meridiano Cardio, organizzata a Roma presso il Senato, sala Nassiriya. Lo specialista affronta qui il tema degli indicatori cardiologici Agenas, le procedure interventistiche per le valvole e la novità degli interventi a cielo chiuso, senza anestesia generale, come tavi e mitraclip. In questa intervista si sottolinea l'importanza di monitorare costantemente il trend in atto: sono ben 15mila gli interventi di questo tipo su un totale di 37mila.Un altro argomento affrontato durante l'intervista è l'infarto, con particolare attenzione ai indicatori della fase acuta e alle angioplastiche. Giuseppe Musumeci ricorda che la mortalità in Italia è scesa dal trenta al cinque per cento e ha parlato degli indicatori da seguire nella fase post acuta, come il controllo dei livelli di colesterolo LD. Il primario cardiologo ha inoltre evidenziato la necessità di implementare il fascicolo sanitario elettronico e di distinguere le competenze della cardiochirurgia da quelle dalla cardiologia a fini epidemiologici.In conclusione, l'intervista a Giuseppe Musumeci ha offerto interessanti spunti di riflessione sulle opportunità della cardiologia moderna, mettendo in luce l'importanza di un approccio multidisciplinare e di un costante aggiornamento degli indicatori e delle procedure per garantire il benessere dei pazienti in trattamento.
    2m 4s
  • Fagi e monoclonali, intervista a Marco Falcone

    9 MAR. 2024 · Venezia crocevia internazionale dell’infettivologia oltre 200 specialisti provenienti da tutto il mondo partecipanti al congresso Top5. Clinici e istituzioni si confrontano sulle novità emergenti in tema di malattie infettive: HIV, epatiti, Covid, antibiotico-resistenza. Anticorpi monoclonali nuova frontiera contro i germi multi-resistenti. A Venezia illustrati inedite soluzioni contro le infezioni, fra queste la terapia con batteriofagi o fagi. "Dunque, non solo nuovi antibiotici e antiretrovirali contro l’HIV, tra le novità - spiega Marco Falcone, professore universitario a Pisa, consigliere nazionale SIMIT - vanno annoverate la terapia fagica contro i microrganismi resistenti agli antibiotici, gli anticorpi monoclonali per la Klebsiella pneumoniae e i monoclonali attivi di nuova concezione”. https://www.quotidiano.net/salute/batteriofagi-lultima-frontiera-nella-lotta-alle-malattie-infettive/ - https://www.quotidiano.net/blog/malpelo/monoclonali-forse-un-asso-nella-manica-per-fermare-le-infezioni-correlate-allassistenza-33.6391
    1m 20s
  • Mastocitosi sistemica, intervista a Massimo Triggiani

    5 MAR. 2024 · Massimo Triggiani, professore di medicina interna all'Università di Salerno, parla di mastocitosi sistemica, sintomatologia e terapia. In Europa convivono con la mastocitosi sistemica circa 40mila persone. La patologia è determinata da un accumulo anomalo di mastociti all’interno di organi quali midollo osseo, pelle, fegato, milza, linfonodi, tratto gastrointestinale. I mastociti sono cellule che hanno un ruolo centrale nella difesa dalle infezioni e nella mediazione delle reazioni allergiche e infiammatorie Lo spettro delle manifestazioni cliniche è legato sia al rilascio di istamina, da qui prurito, orticaria, nausea, vomito, dolore addominale, sia all’infiltrazione dei mastociti che può esitare, nei casi avanzati, in un danno d’organo. Riportiamo qui un estratto audio dell' intervista rilasciata dal professor Triggiani ad Alessandro Malpelo (https://www.quotidiano.net/salute/mastocitosi-sistemica-una-malattia-rara-da-conoscere-e-curare/) a Napoli in occasione dell’evento organizzato da Blueprint Medicines “Drive The Change, Avapritinib”.
    2m 26s
  • Diabete e cuore, intervista ad Antonio Nicolucci

    16 OCT. 2017 · Nostra intervista ad Antonio Nicolucci, Direttore Coresearch - Center for Outcomes Research and Clinical Epidemiology. Diabete nemico di cuore e arterie, si dice, perché fa incrementare il rischio di infarto o ictus. Ma cuore e diabete possono convivere pacificamente e vanno d'accordo, a certe condizioni. Quel rischio segnalato, retaggio del passato, si può ridimensionare con il ricorso ai nuovi farmaci appartenenti alla classe degli agonisti del recettore del GLP-1. I nuovi farmaci di cui parliamo, ha dichiarato Nicolucci a margine della conferenza Novo Nordisk, oltre a essere sicuri perché non provocano ipoglicemia, non provocano aumento di peso, per la prima volta dimostrano di avere anche un effetto in termini di riduzione degli eventi cardiovascolari, di riduzione della mortalità per cause cardiovascolari. La Commissione Europea, ottenuti i riscontri, ha dato l'ok a Liraglutide, primo farmaco antidiabete della classe dei GLP-1 efficace anche nella prevenzione degli incidenti cardiovascolari maggiori.
    1m 20s
  • Screening genetico, prevenzione dei tumori, intervista a Giuseppe Mucci

    28 NOV. 2016 · Amministratore delegato di Bioscience Genomics, intervistato da Alessandro Malpelo, Giuseppe Mucci illustra la procedura che ha portato a spostare le strategie di prevenzione in una fase pre-clinica attraverso la messa a punto di un programma che permette di individuare 2.800 mutazioni indicative di 100 tipi diversi di tumore solido analizzando oltre 50 geni con un semplice indolore prelievo di sangue
    2m 28s
  • Biopsia liquida, diagnosi precoce del cancro, intervista a Luca Quagliata

    28 NOV. 2016 · Biopsia liquida, inaugurata in Italia la prima piattaforma per la mappatura e il monitoraggio delle mutazioni. Intervista di Alessandro Malpelo a Luca Quagliata, Università di Basilea. La tecnica presso Bioscience Genomics permette una diagnosi precoce d'avanguardia, analizzando oltre 50 geni e 2.800 mutazioni note coinvolte in oltre cento tipi di tumore partendo da un piccolo prelievo di sangue indolore
    1m 25s
  • Epatite C, antivirali ad azione diretta, intervista a Gloria Taliani

    18 NOV. 2016 · Gloria Taliani, professore ordinario di malattie infettive alla Sapienza, Università di Roma, intervista di Alessandro Malpelo
    2m 58s
interviste di Alessandro Malpelo, un podcast di medicina, farmaceutica, salute e benessere
Contactos
Información

Parece que no tienes ningún episodio activo

Echa un ojo al catálogo de Spreaker para descubrir nuevos contenidos.

Actual

Parece que no tienes ningún episodio en cola

Echa un ojo al catálogo de Spreaker para descubrir nuevos contenidos.

Siguiente

Portada del episodio Portada del episodio

Cuánto silencio hay aquí...

¡Es hora de descubrir nuevos episodios!

Descubre
Tu librería
Busca